San Filippo Neri in Torino

Il Paliotto del Piffetti

In occasione della Pasqua, della Pentecoste e della Dedicazione della Chiesa (in Novembre), è usato all’altare maggiore un paliotto in madreperla, tartaruga, avorio e legni duri. Fu donato dall’autore, l’ebanista e intagliatore Pietro Piffetti (1700-1777), al padre Giovanni Battista Prever (1684 – 1751) per celebrare il primo secolo di vita della congregazione. L'opera è visibile  con immagini ad alta risoluzione sul sito web  dedicato.
Home La Filosofia Il Polo Culturale Auditorium Il Complesso Monumentale Liturgie e orari San Filippo nel mondo
© San Filippo Neri in Torino - Via Maria Vittoria 5 -10123 Torino (Italy)

Spiritualità, arte, cultura, musica

Il Presepe

Nel periodo tra il Natale e l’Epifania, nello spazio libero all’ingresso della chiesa, viene esposto il presepe realizzato dallo scultore genovese Anton Maria Maragliano (1664- 1739) e commissionato dai Fratelli dell'Oratorio. Il gruppo si compone di una trentina di manichini ad altezza d'uomo, di cartapesta con abiti di tessuti d'epoca.

Il Tappeto del Duca d’Aosta

Nel tempo pasquale (da Pasqua a Pentecoste) viene posato il tappeto donato a fine ottocento dal duca di Aosta; ampio più di centro metri quadri, era usato per coprire tutto lo spazio del presbiterio nelle celebrazioni solenni e nei pontificali.
E’  stato temporaneamente trasferito nel 2019, dal complesso monumentale filippino alla Reggia di Venaria.  I visitatori potranno ammirare quest’opera di grande valore  all’interno della mostra “Il Piffetti ritrovato” alla  Reggia di Venaria.  Il ritorno  nel Complesso Monumentale di San Filippo Neri in Torino  è previsto  entro la  primavera 2020